Ultimi Articoli

La “posizione” o “dis-posizione” del terapeuta in seduta

psicologo

Il nostro “uso del sé è l’unico strumento a noi disponibile” (Real, 1990, p. 255). Vivien Hardham già nel 1996 osservava come ogni terapeuta, all’inizio, è consapevole con umiltà e riverenza del significato pratico di questa affermazione. I nostri sé sono ciò che usiamo per fare terapia. Il terapeuta sistemico ha ben presente che, per aiutarlo nella propria pratica, esiste un’ampia letteratura che descrive teoria, tecnica, stili ed approcci di terapia. Tuttavia, (altro…)